La guida definitiva alla malattia di Marek

La guida definitiva alla malattia di Marek
Wesley Wilson

La menzione della malattia di Marek è sufficiente a incutere timore in ogni guardiano di greggi.

Poiché la malattia di Marek è così diffusa, tutti gli allevamenti sono considerati infetti fino a prova contraria.

Su questa malattia sono state scritte molte cose, alcune concrete, altre empiriche e altre ancora poco studiate.

In questo articolo vogliamo mettere le cose in chiaro.

Parleremo di tutto quello che c'è da sapere sulla Marek, compresi i sintomi, il trattamento, la prevenzione e molto altro...

Cos'è la malattia di Marek nei polli

La malattia di Marek viene spesso descritta come una cancro indotto da virus .

È causata da un virus e non esiste una cura conosciuta per la malattia. Mentre alcuni uccelli sopravvivono, la grande maggioranza purtroppo soccombe alla malattia.

La morbilità della malattia di Marek è compresa tra il 10 e il 50%, il che significa che il 10-50% dei polli esposti alla malattia si ammalerà. Il tasso di mortalità del virus è del 90+%, il che significa che la maggior parte dei polli che si ammalano morirà.

La malattia di Marek è stata studiata e denominata per la prima volta all'inizio del 1900 da un veterinario ungherese di nome Jozsef Marek.

Ha scoperto che la malattia attacca e indebolisce il sistema immunitario del pollo e che molti polli muoiono a causa di un'infezione secondaria. Si ritiene che la malattia attacchi soprattutto i polli più giovani, che sono più suscettibili di quelli più anziani.

Purtroppo la Marek può essere riscontrata anche in quaglie, fagiani e tacchini.

Quali sono le cause?

La malattia di Marek è causata da un virus.

Si tratta di un virus alphaherpesvirus che dirotta le cellule helper ( Cellule T CD4+ ) e li utilizza per trasportare il virus in tutto il corpo, non solo trasportandolo, ma anche creando nuovi siti di infezione.

Quando il dottor Marek scrisse per la prima volta della malattia, è probabile che esistessero solo uno o due ceppi, ma nel corso degli anni il virus è mutato e oggi sono note sei mutazioni.

Queste mutazioni possono variare tra benigne o altamente patogene (che causano malattie e/o morte).

Come si diffonde la malattia di Marek?

I polli si infettano inizialmente attraverso il sistema respiratorio.

La malattia di Marek si trasmette da un pollo all'altro attraverso la polvere e la forfora contaminate dai polli infetti.

Le piume e la forfora vengono beccate da altri polli e la malattia viene inalata nei loro polmoni. Poi le cellule T CD4+ distribuiscono l'infezione in tutto il corpo.

Si ritiene che il vento possa soffiare la forfora e i materiali infetti fino a tre miglia dalla fonte originaria. Il Marek può anche viaggiare verso il vostro gregge su stivali e indumenti infetti. Può vivere nel terreno per anni e può rimanere vitale nelle stalle, nei fienili e negli edifici fino a 65 settimane in condizioni ideali.

La buona notizia è che la trasmissione verticale (dalla madre all'ovulo) non è considerata attualmente una fonte di trasmissione valida.

Il mio gregge è affetto dalla malattia di Marek (sintomi)?

I polli affetti da Marek possono iniziare a manifestare i sintomi già a sei settimane di vita e fino a circa venti settimane.

Esistono quattro diverse presentazioni della malattia di Marek, per cui i sintomi possono variare notevolmente.

I quattro tipi sono:

  • Neurologico
  • Viscerale
  • Cutaneo
  • Oculare

Neurologico: Il tipo neurologico è noto come Marek classico. In questo caso il virus attacca il sistema nervoso e provoca un rigonfiamento e un'infiammazione dei nervi e delle vie nervose. Questo può portare a molteplici disturbi nervosi, come torcicollo, tic e paralisi. I sintomi includono debolezza, pallore a pettine, diminuzione dell'appetito, diarrea, problemi respiratori, problemi di deambulazione e un aspetto generalmente malato. Questo tipoha un alto tasso di mortalità, ma gli uccelli possono sopravvivere ma probabilmente avranno problemi di deambulazione e di equilibrio.

Viscerale: Questo tipo di Marek provoca tumori interni, che possono essere diffusi e coinvolgere cuore, polmoni, fegato, milza e altri organi importanti. I sintomi sono di solito scarso appetito, perdita di peso, diarrea, debolezza, depressione e aspetto poco rassicurante. Spesso questi polli vengono trovati morti senza una causa apparente. Come si può immaginare, questa forma ha un alto tasso di mortalità.

Cutaneo: Questa forma della malattia infetta i follicoli delle piume e li fa ingrossare, arrossare e talvolta formare croste marroni o ulcere. Il virus vive nei follicoli e, sebbene l'uccello non mostri segni di infezione, sta spargendo cellule infette e forfora.

Oculare: Questo tipo di malattia attacca l'occhio del pollo e provoca il cambiamento del colore e della forma dell'iride. Può portare alla cecità, ma i polli affetti da Marek oculare possono vivere per diversi anni.

Trattamento della malattia di Marek

Se i vostri pulcini si ammalano di malattia di Marek, la vostra cura sarà di supporto, poiché non esiste una cura conosciuta.

Alcuni polli possono essere abbastanza forti da superarla, ma saranno portatori della malattia per tutta la vita.

È consigliabile somministrare ai pulcini un pastone potenziato che li aiuterà a mantenere il peso e, auspicabilmente, ad aumentare la forza.

Somministrare loro il 20% di starter per pulcini mescolato con acqua arricchita di elettroliti e vitamine, in modo da ottenere una consistenza simile a quella della farina d'avena, più facile da inghiottire e digerire. A seconda dell'età, può essere necessario somministrare il cibo più volte al giorno.

Guarda anche: Quanto spazio serve alle galline: la guida completa

Devono essere isolati dal resto del gregge per proteggere il gregge da possibili contaminazioni.

Inoltre, aiuterà i pulcini che non riescono a muoversi bene, perché spesso vengono calpestati a morte dai compagni di branco.

Teneteli puliti e al caldo.

Per tenerli al caldo, ma senza surriscaldarli, si può usare una stufa da pollaio, controllando se ansimano o tremano e regolando il calore di conseguenza.

Quelli che presentano una certa paralisi dovranno essere puliti più volte al giorno per evitare l'attacco delle mosche.

Molti pulcini finiscono per soccombere a questa malattia, quindi è necessario pensare seriamente alla qualità della vita e prepararsi a prevenire ulteriori sofferenze. È una decisione difficile da prendere, ma se la vostra gallina sta soffrendo, è qualcosa che dovete considerare.

Come prevenire la malattia di Marek

Il modo migliore per prevenire la malattia di Marek è la vaccinazione e una buona biosicurezza.

Un vaccino è disponibile presso la maggior parte degli incubatoi e si può richiedere la vaccinazione dei pulcini, che viene effettuata quando hanno un giorno di vita o in ovo al 18° giorno. In ovo è il metodo migliore, poiché i pulcini impiegano dalle 12 alle 16 settimane per ottenere l'immunità.

Se i pulcini non sono vaccinati, potete vaccinarli a casa. L'unico vaccino disponibile per uso domestico è il più vecchio e forse il meno efficace, ma è meglio di niente. Dovreste parlare con il vostro veterinario locale per vedere se ve ne ordina un po'.

Purtroppo il vaccino non è efficace al 100%: offre una protezione contro alcune mutazioni, ma non contro tutte. I polli possono ancora contrarre il virus, ma in forma molto meno grave.

È importante notare che, anche se i polli vaccinati non si ammalano, possono comunque essere portatori della malattia e infettare altri polli.

Ecco alcuni consigli di biosicurezza:

  • Cambiate sempre gli indumenti e gli stivali se avete visitato un altro gregge e lavatevi spesso le mani.
  • Mettete in quarantena i nuovi polli per più di 30 giorni prima di introdurli nel gregge esistente.
  • Anche la pulizia è di vitale importanza e occorre mantenere la stalla il più possibile pulita. Non lasciate che piume e forfora si accumulino sotto i posatoi. Rimuovete regolarmente tutti questi detriti per evitare che il vostro gregge inali polvere e forfora in eccesso.
  • Almeno due volte l'anno è necessario effettuare una pulizia approfondita della stalla, utilizzando un disinfettante spray come Virkon e spruzzando le pareti, i soffitti e i pavimenti. Io spruzzo sempre e lascio l'area aperta per 24 ore e poi spruzzo nuovamente prima di utilizzare nuovamente la stalla.

Una volta attuati questi consigli di biosicurezza, ci sono altre cose che potete fare per prevenire questa terribile malattia.

Guarda anche: Guida alla cura dei polli del Sussex: tutto quello che c'è da sapere

È necessario assicurarsi che la stalla sia ben ventilata, in modo da far circolare una buona quantità d'aria in tutto il locale e controllare le malattie respiratorie in generale.

Inoltre, cercate sempre di far vaccinare i vostri pulcini all'origine.

Se acquistate localmente o da un amico, assicuratevi di informarvi sull'allevamento: il posto sembra pulito e curato? In caso di dubbio, dovreste allontanarvi perché una volta che avete la Marek non potrete più tornare indietro.

Infine, potreste prendere in considerazione una politica di "all in all out", ovvero tutti i nuovi uccelli entrano e escono nello stesso momento. La maggior parte delle aziende commerciali adotta questa politica, ma la maggior parte degli allevatori di polli da cortile non ama questo metodo di allevamento, perché non si può resistere ai nuovi pulcini!

Consigli per mantenere i polli in salute

I modi migliori per mantenere in salute il vostro gregge sono davvero molto semplici e facili da realizzare.

Prima di tutto, l'alimentazione. Dovete nutrire il vostro gregge con ciò di cui ha bisogno. Non cercate di risparmiare qualche soldo con mangimi di qualità inferiore. Le galline ovaiole dovrebbero essere alimentate con un mangime di alta qualità con il 16% di proteine e i pulcini con un mangime di avviamento al 20%.

La seconda cosa di cui hanno bisogno è lo spazio: bisogna fare in modo di non affollarli, perché le condizioni di vita strette causano stress nel gregge, quindi assicuratevi che abbiano spazio a sufficienza e cose che li tengano occupati se sono tenuti in un recinto.

Anche i vostri polli avranno bisogno di aria fresca. Lasciarli liberi di muoversi all'aperto darà loro benefici fisici e mentali. La maggior parte dei polli ama muoversi in libertà e raccoglierà qualche gustoso spuntino dal cortile, si gratterà nella terra e forse farà anche un bagno di polvere. Tutti questi comportamenti sono naturali e vanno incoraggiati.

La quarta cosa di cui hanno bisogno è la pulizia. Dovete tenere la stalla pulita: i polli non devono essere immersi nella cacca e nella forfora fino a 30 centimetri di profondità.

Infine, è necessario tenere sempre sotto controllo i polli. In questo periodo dell'anno, nell'emisfero settentrionale, hanno un aspetto infelice perché stanno facendo la muta. Se avete più di un uccello che sembra malato, dovete isolarli fino a quando la causa non diventa evidente. Potete usare una cassa per polli per isolarli.

Sintesi

La malattia di Marek è una cosa orribile e deprimente da sperimentare nel proprio gregge e spero sinceramente che non accada mai a voi e al vostro gregge.

La buona notizia è che è abbastanza raro che gli allevatori di greggi da cortile si imbattano in questo problema, a condizione che il gregge sia stato vaccinato e che si seguano regole di biosicurezza ragionevoli.

Inoltre, anche con i polli affetti da Marek, con alcuni aggiustamenti nella gestione del gregge è possibile mantenere un gregge infetto nel proprio cortile finché vive. Quelli con una forma non virulenta di Marek possono vivere una vita lunga e relativamente sana.

La ricerca è in corso, per cui c'è speranza all'orizzonte per una cura o un trattamento.

Come promemoria, tuttavia, una volta che il vostro gregge è affetto da Marek, non ne sarà mai libero fino a quando l'ultimo pollo non sarà morto.

Alcune persone senza scrupoli cercheranno di vendere polli che sanno essere infetti e questo è moralmente ed eticamente la cosa più sbagliata da fare. Significa che un altro gregge sarà infettato da questa terribile malattia. Non abbiate paura di fare domande sull'affare, è meglio rifiutare l'offerta che avere il vostro gregge infetto.

Fateci sapere le vostre domande su Marek's nei commenti qui sotto...




Wesley Wilson
Wesley Wilson
Jeremy Cruz è un autore esperto e un appassionato sostenitore delle pratiche agricole sostenibili. Con un profondo amore per gli animali e un particolare interesse per il pollame, Jeremy si è dedicato a educare e ispirare gli altri attraverso il suo popolare blog, Raising Healthy Domestic Chickens.Un autoproclamato appassionato di polli da cortile, il viaggio di Jeremy nell'allevamento di polli domestici sani è iniziato anni fa, quando ha adottato il suo primo gregge. Di fronte alle sfide di mantenere il loro benessere e garantire la loro salute ottimale, ha intrapreso un processo di apprendimento continuo che ha plasmato la sua esperienza nella cura del pollame.Con un background in agricoltura e una profonda comprensione dei vantaggi della fattoria, il blog di Jeremy funge da risorsa completa sia per i principianti che per gli esperti allevatori di polli. Dalla corretta alimentazione e progettazione del pollaio ai rimedi naturali e alla prevenzione delle malattie, i suoi articoli approfonditi offrono consigli pratici e una guida esperta per aiutare i proprietari di greggi ad allevare polli felici, resistenti e rigogliosi.Grazie al suo stile di scrittura accattivante e alla capacità di distillare argomenti complessi in informazioni accessibili, Jeremy ha costruito un fedele seguito di lettori entusiasti che si rivolgono al suo blog per consigli fidati. Con un impegno per la sostenibilità e le pratiche biologiche, esplora spesso l'intersezione tra agricoltura etica e allevamento di polli, incoraggiando il suopubblico a prestare attenzione al proprio ambiente e al benessere dei propri compagni pennuti.Quando non si prende cura dei suoi amici pennuti o non è immerso nella scrittura, Jeremy può essere trovato a difendere il benessere degli animali e promuovere metodi di allevamento sostenibili all'interno della sua comunità locale. In qualità di abile oratore, partecipa attivamente a workshop e seminari, condividendo le sue conoscenze e ispirando gli altri ad abbracciare le gioie e le ricompense dell'allevamento di polli domestici sani.La dedizione di Jeremy alla cura del pollame, la sua vasta conoscenza e il suo autentico desiderio di aiutare gli altri lo rendono una voce fidata nel mondo dell'allevamento di polli da cortile. Con il suo blog, Raising Healthy Domestic Chickens, continua a consentire alle persone di intraprendere i propri viaggi gratificanti di agricoltura sostenibile e umana.